Un test del DNA post-mortem, effettuato sul presunto cadavere di Osama Bin Laden ha dimostrato con certezza scientifica che il cadavere dell’uomo ucciso da un raid statunitense in Pakistan era quello di Osama Bin Laden, il terrorista ricercato numero uno, responsabile di numerosi efferati attacchi terroristici, tra i quali quello dell’ 11 settembre alle Torri Gemelle di New York.

Sapendo che l’uccisione di Bin Laden in Pakistan sarebbe stata accolta con scetticismo, gli statunitensi hanno usato differenti metodi convincenti, per confermare l’identita’ di Osama Bin Laden, durante e dopo il raid, che lo ha ucciso. La prima identificazione dal confronto fotografico, confermata da una delle sue mogli presente sul posto, e’ stata verificata mediante un software di riconoscimento facciale; ma e’ stato il test del DNA a dimostrare con certezza scientifica che il corpo apparteneva a Bin Laden.

Immediatamente dopo la morte, e’ stato effettuato sulle spoglie del presunto Bin Laden un test del DNA, in grado di stabilirne l’identita’ al 99.9%, anche in assenza di altre tecniche. La tecnologia dell’analisi del DNA non e’ nuova ed e’ stata anche utilizzata per identificare i resti delle vittime degli attacchi terroristici dell’ 11 settembre.

Originario dell’Arabia Saudita, Osama Bin Laden apparteneva ad una famiglia estremamente agiata. Di fede fondamentalista, aveva combinato la violenta ideologia jiadista con la legge della Sharia ed aveva organizzato un suo gruppo terroristico allo scopo di distruggere gli Stati Uniti e lo Stato di Israele, che credeva entrambi responsabili soprusi nei confronti dei musulmani. Nel corso della sua vita ha utilizzato il suo vastissimo patrimonio principalmente per finanziare l’addestramento di gruppi terroristici, che eseguissero gli attacchi terroristici da lui pianificati.

Un’identificazione cosi’ certa del corpo di Osama Bin Laden dipende dall’aver condotto un test del DNA di parentela, comparando il profilo del DNA del presunto Bin Laden con un campione noto, verosimilmente proveniente da un parente stretto: secondo indiscrezioni il governo statunitense avrebbe inizialmente effettuato un test del DNA di parentela tra fratelli, confrontando il DNA di Osama Bin Laden con quello di una sorella morta a Boston.

Il governo statunitense ha affermato che dopo aver effettuato l’analisi del DNA, al termine di una breve cerimonia islamica, il corpo del terrorista e’ stato sepolto nel mare arabico.

Il test del DNA e’ accurato ed attendibile ed ha definitivamente confermato con una certezza scientifica del 99.9% l’identita’ dell’uomo ucciso in Pakistan, Osama Bin Laden.